venerdì 19 novembre 2021

Due interessanti inediti di Giaquinto

 

fig.1  -  Giaquinto -
Madonna col Bambino e le anime purganti
- Lecce, collezione privata


fig.2 - Giaquinto -
Deposizione - Acerra, collezione Pepe

Mentre la mia monografia era già pronta per andare in stampa ho avuto l'opportunità di esaminare due pregevoli dipinti dell'artista, conservati in 2 prestigiose collezioni private, che vanno ad incrementare il catalogo del pittore.
Essi sono una Madonna col Bambino e le anime purganti (fig.1) di una raccolta di Lecce ed una Deposizione (fig.2) di recente acquisita nella celebre raccolta Pepe di Acerra.
Il primo quadro raffigura una tematica molto cara alla cultura napoletana, che da sempre delinea un confine molto sottile tra la vita e morte e considera la redenzione delle anime purganti (fig.3) un impegno per diminuire attraverso messe di suffragio il periodo da trascorrere lontano dalla vetta del Paradiso ed in questa opera benevola assiste attenta la Madonna col Bambino (fig.4).
La seconda iconografia rappresenta una Deposizione, altra tematica frequente nella pittura sacra, e la parte inferiore della tela (fig.5) è pervasa da luminescenze ancora solimenesche integrate da un colorismo marattesco non immemore degli esempi dei grandi bolognesi del Seicento, dal Reni al Lanfranco, che ci inducono a datarlo intorno alla metà del quarto decennio del Settecento.
Due inediti che orgogliosamente proponiamo all'attenzione di studiosi ed appassionati.


Achille della Ragione 

fig.3 - Anime purganti

fig.4 - Madonna col bambino

fig5 - Deposizione (parte inferiore)












9 commenti:

  1. Buonasera, mi scusi se le chiedo un'informazione: la raccolta Pepe di Acerra è quella del ginecologo?
    Grazie per l'aiuto che potrà darmi.
    Un cordiale saluto
    Anna Cesare
    Blindarte

    RispondiElimina
  2. Due Giaquinto da far ridere anche... i polli.
    Nicola Spinosa

    RispondiElimina
  3. Mi interesso di gallinacei ed il mio compito è istruirli divertendoli
    Achille della Ragione

    RispondiElimina
  4. Bisogna compatirlo il suo interlocutore non ragiona più, è invidioso e dice corbellerie.
    Pietro Di Loreto

    RispondiElimina
  5. Grazie mille, molto interessanti!
    Antonia Jannone (antiquario)

    RispondiElimina
  6. Salve a tutti per dire che tra persone care se reciprocamente tale sentimento è da entrambi le parti condiviso ci si può perdonare tutto!?
    E ... allora buon fine settimana 🙂👋
    Rosaria Di Girolamo

    RispondiElimina
  7. Non stia a sentire le critiche e continui nella sua meritoria opera di diffusione della cultura
    Pierre Rosemberg

    RispondiElimina
  8. Rispetto il Prof Spinosa ma credo che in questo caso, come altre volte accaduto, l' età mixata ad una notevole acredine nei confrontidella tua meritoria opera di divulgazione, ha creato in lui offuscamento di saggezza ed esperienza.
    ...ad maiora

    RispondiElimina
  9. Famoso mai quanto te......eguagliarti e' impossibile
    Un vecchio ammiratore

    RispondiElimina